Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane, di gente che ama gli alberi e riconosce il vento……….

pane tutta semola

Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane, di gente che ama gli alberi e riconosce il vento……….

………. io vorrei saper fare il pane……nel frattempo cerco di imparare, sperimentando, calcolando tempi, dosi, organizzando i giorni e le maturazioni, imparando ad avere pazienza, la pazienza che non ho mai avuto, una pazienza che significa imparare ad aspettare il momento giusto, quel momento giusto per noi stessi, per fare le cose mettendoci il cuore, quel cuore che si affanna alla ricerca di quegli occhi…..per perdersi nei suoi occhi……

IL MIO PANE A LIEVITAZIONE NATURALE

  • 700g di semola rimacinata di grano duro
  • 400ml di acqua
  • 70g di li.co.li (lievito in coltura liquida) rinfrescato e attivo
  • 10g di sale

Il mio licolino è nato un annetto fa, mi era stata regalata una pasta madre un po’ sofferente, ma le sapienti mani di quegli occhi in cui mi perdo, hanno saputo dolcemente curarla e trasformarla in li.co.li. forte e sano per dare inizio alla mia esperienza di panettiera pasticciona……

Il pane semplice che preparo ogni settimana è fatto così:

La sera prima di panificare rinfresco licolino, tolgo il vaso dal frigo, do una bella mescolata e dopo una mezzoretta procedo con il rinfresco, prendo 50g di licoli lo metto in un recipiente di vetro (con coperchio per poterlo poi richiudere durante la maturazione) aggiungo 50ml di acqua e 50g di farina “0” e mescolo bene il tutto, chiudo con il coperchio e lascio riposare fino al mattino seguente.

Al mattino prima di fare colazione preparo un primo composto unendo a tutta la farina circa 350 ml di acqua, mescolo un po’ così grossolanamente e lascio riposare un oretta.

Trascorsa l’ora di autolisi trasferisco l’impasto nella macchina del pane e aggiungo i 50 ml di acqua avanzati e 70g di licoli bello attivo (quello che avanzo lo aggiungo al vaso che tengo in frigorifero), scelgo un programma che tra impasto e lievitazione dura circa un paio di ore…….prima che finisca di impastare aggiungo un po’ di sale.

Attendo fino a quando l’impasto lievitato arriva al bordo del cestello della macchina del pane, a questo punto estraggo l’impasto e lo stendo su un piano infarinato, lo allargo delicatamente senza stressarlo e senza schiacciarlo troppo e procedo facendo delle pieghe come se fosse una lettera (pieghe a tre….

 questo è il tutorial della bravissima stefy roccheggiani di “Appassionati nella cucina di Stefy”)….faccio due giri di pieghe a distanza di mezzora e la terza volta do la forma a filone o pagnotta….

(sempre di Stefy Rocchegiani)

Data la forma metto l’impasto in un canovaccio infarinato e lo trasferisco in una ciotola che ripongo in frigorifero per almeno 12 ore, cerco di calcolare i tempi tra impasto, pieghe e riposo per far in modo da infornare il pane la mattina seguente alle 7 del mattino prima di andare al lavoro…..che sonnoooooo!!!!!!!!!!

Il mattino seguente porto il forno alla temperatura di 240°, all’interno metto un pentolino di acqua per creare vapore, quando il forno è a temperatura prendo il mio impasto dal frigo, lo ribalto sulla placca da forno rivestita di carta forno, faccio dei tagli in superficie e inforno, abbasso la temperatura a 220° e lascio cuocere per i primi 20 minuti, trascorso questo tempo abbasso a 200° e attendo altri 20 minuti, tolgo il pentolino con l’acqua e abbasso ancora la temperatura, questa volta a 180° e cambio la modalità da forno statico a ventilato, ora il pane deve cuocere per gli ultimi 20 minuti…..ormai è trascorsa un oretta e il pane è pronto!

Tolgo il mio profumatissimo pane dal forno e lo lascio raffreddare in piedi o su una griglia…..aspetto l’ora di pranzo per tagliarlo e gustarlo……

 pane tutta semola

Questa è una ricetta semplice che mi garantisce buoni risultati, ma basta poco per rovinare tutto, basta un po’ di fretta, una giornata un po’ di corsa, una distrazione nel calcolo dei tempi e il pane non lievita o sa di acido…………

Di solito prendo spunto per le ricette da questi siti:

http://pandipane.blogspot.it/

http://appassionatinellacucinadistefy.blogspot.it/

http://blog.giallozafferano.it/cucinarcantandoconcesira/

http://blog.giallozafferano.it/dolcesalatoconlucia/

http://blog.giallozafferano.it/pastamadrelover/

 

 

 

Lascia un commento